Fase 2: congrui compensi, non sussidi

27 dicembre 2007 alle 07:12 | Pubblicato su Commenti, Letture consigliate, spunti di riflessione | Lascia un commento

Dopo aver impiegato molto tempo – e altrettante risorse – per spiegare i possibili vantaggi derivanti da un investimento di 600 milioni di euro per l’impianto di rigassificazione ho l’impressione che si stia passando alla fase 2: valutare concretamente l’entità delle opere e degli investimenti compensativi.

Sabato scorso l’intervista di un consigliere comunale dell’amministrazione agrigentina, oggi il sindaco del Comune di Porto Empedocle, danno l’idea che si possa passare a contrattare con l’ENEL, soprattutto dopo il planning delle attività illustrato dall’ing. Luzzio.

Politicamente ha senso la strategia di alzare il prezzo, o quantomeno portarlo alle legittime aspettative delle amministrazioni locali. E’ un’operazione che ha un suo perchè, ma anche i suoi rischi. Non bisogna esagerare, per diversi ordini di ragioni.

Il primo perchè ogni opera extra, al budget massimo previsto da ENEL per l’investimento, è un costo che ricadrà necessariamente sul prezzo del gas, pur spalmato nell’arco del tempo.

Secondo perchè è irragionevole che una fetta consistente del finanziamento di ogni “opera pubblica” vada a finire per ristrutturare stadi, biblioteche e strade dei comuni dove insiste l’opera. E’ un discorso alla Di Pietro, ma lo trovo molto sensato. Il problema posto è serio, perchè significa distogliere risorse “impegnate”, ad esempio per autostrade, a vantaggio di opere che non hanno la stessa urgenza o importanza strategica. Naturalmente è un discorso generale, ma che può essere valido spunto di riflessione per la concreta situazione locale.

Infine sono stanco della politica dei sussidi, e ancor più stanco della vita trascorsa nell’attesa di aiuti da Palermo, da Roma, da Bruxelles. Sembra una situazione da Terzo Mondo.

Nella cultura popolare si dice “non cade foglia che Dio non voglia”, ad Agrigento “non si muove foglia senza sussidi”. Basta! La nuova era della vita cittadina dipenderà dalla maturazione, dal necessario passaggio dall’adolescenza alla maturità dei cittadini di Agrigento, capaci finalmente di camminare sulle proprie gambe, scegliere del proprio futuro, responsabili delle decisioni e senza aspettare favori da nessuno.

Il giusto – secondo il principio di giustizia di riconoscere a ciascuno ciò che gli è dovuto – lo dobbiamo pretendere, favori non ne dobbiamo chiedere, altrimenti saremo sempre costretti a renderli.

Così come non possiamo vincolare la scelta del da fare all’arrivo di fondi dall’esterno. Significa, infatti, non avere il coraggio di scelte, anche impopolari, così come significa non avere nessuno a cui imputare la responsabilità delle scelte sbagliate.

Ogni cosa che non va è da adebbitarsi a qualcun altro, e questo qualcun altro è sempre più lontano e opaco. Non è colpa del sindaco perchè aspetta i soldi dalla regione, non è colpa della regione perchè attende fondi dal governo, non è colpa del governo perchè deve rispettare i parametri europei.

Intanto noi siamo nella merda in attesa che arrivi un salvagente che ci faccia stare tranquilli di non affogare, ma continuiamo ad attendere nuotando nel letame.

Cominciamo col pretendere la sistemazione dell’area portuale in modo da accogliere turisti, ma al resto pensiamo noi!  Il modello di sviluppo lo dobbiamo portare avanti con le nostre idee, con le nostre mani e con i nostri soldi. Nessuno si impegnerà seriamente se non rischia del proprio. E’ quello che è successo fino ad oggi!

GN

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: