I costi del “non fare”

23 ottobre 2007 alle 11:10 | Pubblicato su spunti di riflessione | Lascia un commento
Tag: ,

Interessante tabella nella puntata odierna di Ballarò in onda su Rai3.

Da una ricerca di The European House – Abrosetti risulta che la cultura del non fare costa 220 mld di euro al 2020, di cui 40 mld solo nel settore energia per l’immobilismo rispetto alla necessità di costriure opere strategiche come potrebbero essere i rigassificatori.

Rigassificatore in Portogallo

16 ottobre 2007 alle 08:10 | Pubblicato su Foto, grafica, Satellite | Lascia un commento

Ecco un altro impianto di rigassificazione. Questa volta siamo in Portogallo, ma la situazione non cambia.

Foto dal satellite

Il pettegolezzo è una verità

16 ottobre 2007 alle 03:10 | Pubblicato su Fatti & Notizie, spunti di riflessione | Lascia un commento
Tag: ,

Rilancio la notizia così come appare sui quotidiani.

“Il gossip ha una forte influenza… anche quando i partecipanti hanno accesso all’informazione originale o quando hanno un pettegolezzo sullo stesso evento. Insomma – si legge nella rivista ‘Proceedings of the National Academy of Sciences- il gossip, ha un forte potenziale manipolativo”.

[Questo post si avvale della facoltà di essere tristemente ironico, non contro qualcuno]

GN

Rigassificatore in Belgio

15 ottobre 2007 alle 08:10 | Pubblicato su Foto, grafica, Satellite | Lascia un commento
Tag:

Anche in Belgio, a Zeebrugge, un impianto di rigassificazione a poca distanza da un centro abitato e al centro dell’area portuale.

Foto dal satellite

Barcellona: rigassificatore al centro dell’area portuale

15 ottobre 2007 alle 07:10 | Pubblicato su Foto, grafica, Satellite, spunti di riflessione | 4 commenti

Anche Barcellona ha un immenso impianto di rigassificazione con una capacità di stoccaggio di 240000 metri cubi.

Nella foto l’area con l’impianto di rigassificazione.

Link all’impiamnto di rigassificazione con il percorso cittadino fino alla Sagrada Familia

Qualcuno ha messo in dubbio la vocazione turistica di Barcellona?

Il rigassificatore di Panigaglia dal satellite

15 ottobre 2007 alle 05:10 | Pubblicato su Commenti, Foto, grafica, Satellite, spunti di riflessione | Lascia un commento
Tag: , ,

Il rigassificatore di Panigaglia è al centro di un’insenatura nella quale sono presenti centri abitati, porti turistici e tante altre centinaia di attività. Non ci credete?

Fate un giro col satellite View Larger Map

E’ vero che la Regione Liguria in questi giorni ne ha impedito l’ampliamento (bisognerebbe capire sotto quali pressioni), ma il rigassificatore esiste in quella zona da oltre 30 anni, con l’unico “incidente” del 1971, senza nessuna conseguenza!!!

Sindrome NIMBY

11 ottobre 2007 alle 12:10 | Pubblicato su Commenti, glossario, spunti di riflessione | Lascia un commento
Tag:

Con NIMBY (acronimo inglese per Not In My Back Yard, lett. “Non nel mio cortile”) si indica un atteggiamento che si riscontra nelle proteste contro opere di interesse pubblico che hanno, o si teme possano avere, effetti negativi sui territori in cui verranno costruite, come ad esempio grandi vie di comunicazione, sviluppi insediativi o industriali, termovalorizzatori, discariche, depositi di sostanze pericolose, centrali elettriche e simili.

L’atteggiamento consiste nel riconoscere come necessari, o comunque possibili, gli oggetti del contendere ma, contemporaneamente, nel non volerli nel proprio territorio a causa delle eventuali controindicazioni sull’ambiente locale.

Fonte: Wikipedia

+1100

10 ottobre 2007 alle 02:10 | Pubblicato su Uncategorized | Lascia un commento
Tag: ,

Solo due righe (numerosi impegni mi tengono lontano dal computer) per segnalare che abbiamo superato le 1145 visite uniche in neanche due mesi di attività.

Dopo un primo periodo di rodaggio, questo blog ha visto un graduale incremento delle visite, anche grazie all’ottima posizione nei risultati dei motori di ricerca. In dettaglio le visite sono state: 92 ad Agosto, 802 a settembre e, fino ad ora, 252 ad ottobre.

Speriamo di crescere ulteriormente!

PS. In questi giorni si sono susseguite numerose dichiarazioni, ma fino a domenica non avrò molto tempo per commentarle a meno di trovare qualche buco nelle prossime intense giornate.

GN

I rigassificatori negli USA

5 ottobre 2007 alle 03:10 | Pubblicato su grafica, spunti di riflessione | Lascia un commento
Tag: ,

Altra immagine che si spiega da sola

 

L’evoluzione in atto nel mercato del GNL impone di muoversi molto rapidamente, per evitare di esserne tagliati fuori da Paesi più dinamici del nostro.

Fonte: NuovaEnergia.com 

La catena del GNL – schema grafico

5 ottobre 2007 alle 02:10 | Pubblicato su grafica, scheda tecnica | Lascia un commento

 

Fonte: gnlitalia.it

Energia paradosso italiano

3 ottobre 2007 alle 05:10 | Pubblicato su Commenti | Lascia un commento
Tag:
clipped from www.lastampa.it
Nel nostro Paese, la sicurezza degli approvvigionamenti dipende pi che altrove dal gas naturale, perchè negli anni si è deciso di trascurare il carbone e il nucleare puntando soltanto sugli idrocarburi. Se consideriamo la produzione di energia elettrica, nell’Unione Europea essa utilizza per il 60 per cento carbone e nucleare mentre il gas rappresenta soltanto il 17 per cento. Da noi, diversamente, il nucleare  assente, il carbone pesa soltanto il 16 per cento, mentre il gas rappresenta il 42 per cento. In tempi normali, la scelta del gas ha importanti vantaggi sul piano dell’ambiente e della logistica. Ma una crisi come quella che stiamo vivendo ci colpisce più che proporzionalmente, vista la nostra maggior dipendenza. Senza contare che, una volta operata la scelta del gas, non siamo riusciti a costruire le infrastrutture necessarie a supportarla, come i rigassificatori, dove ogni progetto di investimento, da Monfalcone a Brindisi, è stato stoppato dalle comunità locali.

  blog it

Napolitano: impegno congiunto tra cittadini e istituzioni rappresentative

2 ottobre 2007 alle 03:10 | Pubblicato su documenti, Giorgio Napolitano, referendum | Lascia un commento
Tag: , ,

Lo scorso 26 settembre, visitando Colfiorito nel decennale del terremoto, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel suo discorso, ha sottolineato l’importanza del lavoro congiunto, non alternativo, tra cittadini e istituzioni rappresentative.

Infine, vorrei dire che questa esperienza ci ha anche fatto intendere meglio – e in questo momento è importante sottolinearlo – quale forza possono avere le istituzioni rappresentative, le istituzioni democratiche: quale ruolo insostituibile spetti loro e quale forza possano avere quando sanno essere a fianco delle popolazioni, dei cittadini, e quando tra esse e i cittadini si realizza una sintonia, un impegno congiunto.

Quell’impegno congiunto è stato la chiave decisiva del successo in questi lunghi 10 anni. Penso che i risultati ottenuti, che sono stati straordinari – dobbiamo dirlo anche senza ignorarne, naturalmente, la fatica e le ombre – sono stati ottenuti anche attraverso una dialettica vivace, attraverso un confronto tra opinioni diverse, soprattutto in seno alle assemblee elettive. Sono risultati che, mi auguro, siano sentiti da tutti come motivo di vanto, come motivo di orgoglio.

Sono certo che il Presidente non intenda screditare lo strumento referendario, ma sottolinea, nella situazione attuale nella quale cresce l’ondata di antipolitica, che le istituzioni rappresentative possono lavorare per il bene dei cittadini.

E’ quello che io auspico per i comuni di Porto Empedocle e Agrigento, per la Regione Siciliana e per l’Italia tutta.

GN

La strategia europea di sicurezza energetica con impianti di LNG

2 ottobre 2007 alle 12:10 | Pubblicato su documenti | Lascia un commento
Tag: , , ,

Vi propongo un articolo di Carlo Stagnaro che inserisce gli impianti di rigassificazione in un’ottica strategica per l’Italia e per l’Unione Europea, in una logica di libero mercato.

European gas-supply security hinges on solving LNG issues

“Energy security” has become a key word in understanding European politics. Even more than its world environmental leadership, the European Union is apparently defining itself around the need-or the perceived need-of developing a common energy policy, despite the fact that under the European Treaty energy is left to the member states.1
The commission, Europe’s executive body, has set three goals for its energy policy:
1. Creation of an internal market.
2. Security of supply.
3. Promotion of environmental sustainability.

Continue Reading La strategia europea di sicurezza energetica con impianti di LNG…

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.