Agrigento: tutele e sviluppo

11 agosto 2007 alle 06:08 | Pubblicato su Commenti | 2 commenti

La vicenda del rigassificatore ad Agrigento è un banco di prova per gli agrigentini.

Pur avendo costruito senza un piano regolatore, e con qualche volume abusivo, gli abitanti della città di Pirandello, sono stati attenti a non sciupare il tesoro preziosissimo tramandatoci dai Greci. Non solo rovine e Templi, ma anche l’intera area circostante è quasi totalmente esente dalle costruzioni, antiche e nuove. L’intero paesaggio che circonda la Valle è quasi incontaminato, senza aver rinunciato ad opere necessarie per lo sviluppo, come il viadotto Morandi: indispensabile per il collegamento e che ha liberato le vie limitrofe alla Valle, dal traffico di mezzi pesanti.

La disponibilità del sito di Porto Empedocle per la costruzione di un rigassificatore (il cui funzionamento ci proponiamo di spiegare in un apposito post), ha risvegliato questioni mai risolte su come coniugare un’attenta tutela del patrimonio storico-paesaggistico, con la necessità di alcune infrastrutture per le quali si presentano difficoltà di inserimento nel territorio, ma che attenti studi possono rendere ad impatto ambientale minimo, lasciando intatto il tesoro inestimabile di cultura e natura che abbiamo il dovere, civico e morale, di custodire.

Ad una prima analisi, condotta col materiale disponibile in Rete e con qualche visita ai siti interessati, non ci è sembrato possibile opporre un parere negativo alla costruzione del rigassificatore. Ma questo non è sufficiente, lo spettro dei problemi da analizzare è vario e prevede numerose variabili. Opportunità di lavoro, dragaggio del porto, catena del freddo, sviluppo della vocazione turistisca del porto, sono motivazioni che spingerebbero ad un sì incondizionato. Ma anche i teorici aspetti negativi devono essere chiariti; si è infatti tanto parlato di influenze sulla flora e fauna dovute al raffreddamento dell’acqua marina per l’impianto di rigassificazione.

Di questo e di tanto altro ci proponiamo di discutere in questo blog, coscienti che il nostro SI è nato dopo attente ed oggettive analisi.

Tutto questo senza nessun interesse personale, ma solo per informare i cittadini che un no, frutto di paure, pregiudizi e limitata conoscenza dell’argomento, rischi di compromettere l’opportunità di sviluppo della città, della provincia, della Sicilia e dell’Italia.

E’ possibile lasciare commenti, purchè siano costruttivi.

Annunci

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. […] quindi aperto un blog per spiegare le ragioni del mio Sì, anche in vista di un referendum cittadino cui saremo […]

  2. Rigassificatore ad Agrigento

    Ad Agrigento in queste settimane tiene banco una questione che a quanto pare lascia perplessi un p tutti … costruire o no il Rigassificatore? Innanzitutto per chi non lo sa ecco una definizione tratta da Wikipedia di cosa sia questo sconosciuto: “…


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: